biografia

 

Enrico Omodeo Salè, classe 1981, regista di cortometraggi, documentari e videoproduzioni. Dal 2014 fotografo di reportage.
Appassionato di cinema sin dall’adolescenza, gira il suo primo cortometraggio all’età di 21 anni. Dopo la laurea specialistica  in “scienze e tecniche dell’interculturalità” all’università di Trieste, con una tesi in filmologia sul regista senegalese Sembene Ousmane”, incomincia l’attività di cineasta e videomaker.

Il documentario “La classe operaia va in paradiso – retroscena di un film novarese”, ha partecipato ad alcuni festival cinematografici (Novara e Terni) ed è stato allegato come extra all’edizione dvd restaurata del film di Elio Petri. 

Premi e riconoscimenti:

Festival Filmare la storia 2015 - premio speciale Anpi per: "Mamma vado a morire, ma da partigiano"

Festival dei giovani sulle pari opportunità 2014, sezione video - organizzato dal Forum del Volontariato di Torino. Miglior video: "Stop femminicidio"

Novara Cine Festival 2014. Miglior film (sezione scuole): "True Life"

Cultura resistente 2012, Pombia (No). Menzione speciale per l'attività documentaristica

Matildeland International Film Festival 2012 di San Benedetto Po (Mn), film "13 agosto 1944". Primo premio (sez.corto documentario)

Festival "Corto e Fieno 2010" di Armeno (No), film "Non è un paese per giovani". Terzo premio.

NanoFilmFestival di Spoleto (Pg) 2009, film "Storie di call center". Primo premio sezione documentari.

Omodeo Salè è uno degli organizzatori dello storico Cineforum Nord di Novara.
Svolge laboratori audiovisivi e cineforum nelle scuole medie inferiori e superiori della sua provincia

Ha realizzato in varie parti d'Italia mostre fotografiche dei suoi reportage di viaggio.